Just another WordPress.com site

Certe scelte di oggetti


L’artista vive relegato in un presente assolutamente circoscritto che non conosce il desiderio e la possibilità del futuro, e per questo declassa, attraverso la pratica quotidiana, la storia alla pura terribilità della cronaca. E se la cronaca è una fitta rete di circostanze ossessionanti e banali, allora qualsiasi oggetto, anche l’oggetto umile e banale, acquista una funzione apotropaica e magica, di esorcizzazione del proprio malessere e di esercizio della propria smania, comunque, di vivere.  Anche l’aspetto feticistico di certe scelte di oggetti testimonia la presenza di questa libido, intesa come slancio vitale, che finisce con il risolversi su se stessa arroccandosi in situazioni isolate e disperate, invece di esercitarsi in una continuità di rapporto con il mondo.

Achille Bonito Oliva, Persona 2000 (il mondo è fatto della stessa stoffa del corpo) in , Appearance, a cura di Achille Bonito Oliva e Danilo Eccher, Milano, Charta 2000

 

Senza titolo

 

 

 

 

 

 

 

 

©Tacita Dean, Day for Night, 2009 (video still)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: