Just another WordPress.com site

Archivi delle etichette: Artisti Italiani

La propria epoca


La gente si arreda la casa in stile antico, si circonda di mobili che appartengono a un’epoca ormai sepolta da secoli che non le è per nulla congeniale, e questo basta a farla vivere nella menzogna, pensavo. In realtà la gente è talmente debole rispetto alla propria epoca che si sente costretta a circondarsi di mobili di un’epoca da tempo passata, da tempo scomparsa, da tempo morta e sepolta, e si può dire che lo fa per tenersi a galla, pensavo, ed è quindi sempre segno di uno stato di orrenda debolezza quando la gente si arreda la casa con mobili di epoche passate e non con i mobili della propria epoca, della quale non riesce a sopportare la durezza e la brutalità, pensavo.

Thomas Bernhard, A colpi d’ascia, Milano, Adelphi 1990

 

tcc-poodles

 

 

 

 

 

 

 

 

 

The Cool Couple, Untitled 001, dalla serie “Cool people love poodles”, 2014

Annunci

ITALIENS


In mostra nei locali dell’Ambasciata d’Italia a Berlino le opere di nove artisti italiani residenti nella capitale tedesca.

Giunta alla seconda edizione, ITaliens apre le porte alle nuove generazioni di artisti italiani residenti a Berlino per offrire loro una vetrina istituzionale.

I nove artisti selezionati, nati nel ventennio 1962-1982, hanno l’opportunità di misurarsi con la vivace scena artistica internazionale berlinese e contemporaneamente dialogare in un ambiente ricco di storia.

Residente a Berlino dal 2008, Rosa Barba presenta un lavoro filmico nel quale testi, immagini e materiale sonoro confluiscono e si confondono fino a rendere difficile e incompleta la lettura della narrazione.

La mostra prosegue con due installazioni sonore rispettivamente di Riccardo Benassi e Andrea Melloni: la prima reagisce alla presenza dei visitatori emanando suoni ad intermittenza che agiscono sulla percezione dell’ambiente e creano un effetto di spaesamento mentre la seconda è concepita per il giardino d’inverno dell’Ambasciata; trentacinque piccole panche di legno provenienti dalla Cina trasformano l’ambiente in un luogo fiabesco e onirico, generando fruscii e suoni misteriosi al passaggio dei visitatori.

Antonio Catelani espone opere scultoree che,  nonostante il carattere astratto e minimale, hanno un richiamo antropomorfico e rimandano alla tradizione dei busti e delle statue dell’arte italiana. Tra scultura e pittura si colloca il “dipinto gravitazionale” di Paolo Chiasera, realizzato versando in più momenti cento litri di colori ad olio per terra fino a formare un cerchio del diametro di circa due metri e dello spessore di circa un centimetro.

I disegni di Jonatah Manno rappresentano paesaggi surreali, minuziose vedute di fantasia, che  contengono storie da decifrare, rebus da ricostruire tramite gli indizi rappresentati.

Il duo Vedovamazzei ironizza sull’atto mancato: parole mai scritte su lettere mai spedite o cestinate diventano sculture da tramandare ai posteri; sculture che somigliano a carta stropicciata, resti di corrispondenza dimenticata.

Sono fortemente legati al contesto della città di Berlino, dove sono stati prodotti, i lavori di Luca Vitone e Martina Della Valle. La serie di tele di Luca Vitone è stata realizzata esponendo alle intemperie, per quattro mesi, delle tele di cotone bianco posizionate sui tetti di edifici di Berlino. Smog, polvere e agenti atmosferici hanno impregnato e modificato le tele fino a generare quadri monocromi.

L’intervento site-specific di Martina Della Valle riporta l’Ambasciata a uno stato antecedente al restauro. L’artista ha trasformato parte della galleria adiacente ai saloni di rappresentanza inserendovi uno scorcio a grandezza naturale di un appartamento semidiroccato fotografato in un quartiere di Berlino. Urban Impression – Berlin Weserstrasse#2 è un’installazione composta di circa 300 fogli di carta A3 stampati e ricomposti come un puzzle dall’artista sulla parete di circa 25 mq. Le tracce lasciate sulle pareti da muri rimossi, intonaci scrostati, tappezzerie strappate assumono una valenza di intimità quasi fisiologica. L’impronta delle vite private vissute da generazioni di inquilini ora assenti, è impressa come un quadro sulle pareti degli edifici non ancora rinnovati o in demolizione.

20 ottobre 2010 – 1 aprile 2011

ITALIENS II

A cura di Alessadra Pace e Marina Sorbello

Artisti:

Rosa Barba | Riccardo Benassi | Antonio Catelani | Paolo Chiasera | Martina Della Valle |

Jonatah Manno | Andrea Melloni | Vedovamazzei | Luca Vitone

Ambasciata d’Italia, Berlino

La mostra è visitabile su appuntamento il lunedì pomeriggio.

Per registrarsi: eventi.berlino@esteri.it

http://www.ambberlino.esteri.it/Ambasciata_Berlino