Just another WordPress.com site

Archivi delle etichette: Nelson Goodman

Cognitivo ed emotivo


Come ho suggerito, gran parte delle difficoltà che ci hanno tormentato possono essere imputate alla dispotica dicotomia tra cognitivo ed emotivo. Da una parte mettiamo sensazione, percezione, inferenza, congettura, ogni ricerca e investigazione inerte, fatto e verità; dall’altra parte, piacere, pena, interesse, soddisfazione, disappunto, ogni risposta affettiva senza la partecipazione del cervello, apprezzamento e disgusto. Ciò impedisce precisamente di scorgere che nell’esperienza estetica le emozioni funzionano cognitivamente. L’opera d’arte è percepita attraverso i sentimenti così come attraverso i sensi.

Nelson Goodman, I linguaggi dell’arte, Milano, Il Saggiatore 1976

cane

 

 

 

 

 

 

 

 

©Franco Vaccari, Cani lenti, 1971

Un oggetto inerte


Un tratto saliente della simbolizzazione, ho sostenuto, è che può andare e venire. Un oggetto è capace di simboleggiare cose differenti in periodi differenti, e in altri magari non essere simbolico affatto. Un oggetto inerte, un oggetto puramente d’uso, può giungere a funzionare come un’opera d’arte, e così un’opera d’arte a funzionare come un oggetto inerte, un oggetto puramente d’uso. Forse non è tanto vero che l’arte è lunga e la vita è breve, ma piuttosto che sono entrambe transeunti.

Nelson Goodman, Vedere e costruire il mondo, Bari, Laterza, 1988

good

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

©Rachel Whiteread, Untitled, 2013